Buonasera! (vi saluto così solo perché scrivo di sera, se leggete di giorno allora vi dico: Buongiorno ! )
Sono Vì, una delle tre admin di questo blog.
Quando ho iniziato a scrivere la presentazione mi sono detta: cosa dico ? E’ ovvio che amo i libri e leggo tanto perché altrimenti non sarei qua e sicuramente non avrei conosciuto le altre due ragazze, che nel frattempo sono diventate due carissime amiche. Leggo un po’ di tutto, se la trama di un libro mi colpisce, o il suo titolo, lo prendo e lo leggo. Preferisco i thriller, il mistero che ti tiene sulle spine fino all’ultima pagina, mi piace il fantasy, ma anche alcuni classici.

 

1

Mi piace anche scrivere qualcosa, non sono un’aspirante scrittrice, non ho pretese così grandi. Mi piace scrivere per sfogarmi, per lasciare libera la fantasia, immaginare ciò che nella vita reale non può accadere a volte, lo faccio per trasmettere un messaggio. Penso che ciascuna storia, per quanto inverosimile sia, ha qualcosa di vero dentro, dei valori, ideali, sogni che possono essere trasportati nella vita di ogni giorno.
Ho imparato tanto grazie ai l2ibri, ho visto posti meravigliosi, ho conosciuto persone che mi hanno fatto compagnia quando ero sola. I libri mi hanno aiutata ad andare avanti anche nei momenti più difficili, perché ti prendono e ti trasportano in mondo diverso dove puoi ridere, piangere, arrabbiarti, fare tutto perché ti è concesso.

 

Amo la scienza, sono una ragazza che crede fermamente in essa. Per me tutto deve avere una spiegazione, e anche se sono consapevole che a volte non c’è, sono convinta che un giorno riusciremo a rispondere alle domande più importanti almeno. La scienza ha dei limiti solo perché noi persone li abbiamo.

3

Amo la velocità, le macchine che hanno un bellissimo suono del motore quando acceleri, e amo le moto. In realtà non so guidare una moto,ma mi fermo per strada ad ammirarle ogni volta che ne vedo una e spero un giorno di riuscire ad avere una mia e a guidarla. Sono prudente sulla strada, non corro con la macchina per non mettere in pericolo me stessa o gli altri, ma desidero fare un giro di pista con una macchina veloce, sentire la potenza del motore, il suo suono, la velocità, l’adrenalina. Sono una che farebbe pazzie per vivere la giornata. E una di queste pazzie sarebbe quella di buttarmi da un aereo con il paracadute. Ecco un mio desiderio che voglio realizzare un giorno.

4

 

Che altro dire ? Colleziono cartoline. Ogni volta che andavo in qualche posto le compravo, ma per tenerle per me, non per mandarle a qualcuno. Poi ho iniziato a inviare in tutto il mondo e ricevere e così sono arrivata al primo traguardo: 1000 cartoline. Dopo poco più di due anni sono riuscita nel mio intento. Piano piano voglio vedere ogni paese del mondo, attraverso una cartolina.
Amo Dracula e i vampiri, quelli seri. Sono una che non si tira indietro dalle scene di sangue, crimini e spesso mi ritrovo a immaginare torture contro coloro che mi fanno arrabbiare. Per questo in molti dicono che io sia una discendente di Dracula, quindi attenti a ciò che dite 😉
Di solito non parlo molto di me e di ciò che faccio, forse perché esporsi troppo lo vedo come un rischio,forse perché sono abituata a stare dietro la maschera di ragazza tranquilla che studia e basta. A volte l’etichetta che riceviamo dagli altri ci segna ed è difficile staccarsi del tutto. Qua penso di aver detto più cose di me in una sola volta di quante io ne abbia dette ad alcune persone che mi conoscono da tantissimo tempo.
Forse il mio discorso non ha nemmeno un filologico da seguire, ma dicono che “Per scrivere una buona lettera d’amore, bisogna iniziare senza sapere che cosa si vuole dire e finire senza sapere che cosa si è scritto.
(Regola di Rousseau)”. Io ho iniziato senza saper cosa dire e ho finito senza sapere cosa ho detto veramente.
Questa sono io, una sognatrice le legge, rispetta la scienza e ama le pazzie.
“Ciascuno di noi è, in verità, un’immagine del grande gabbiano, un’infinita idea di libertà, senza limiti.”

5

“Ed egli imparò a volare, e non si rammaricava per il prezzo che aveva dovuto pagare.
Scoprì che erano la noia e la paura e la rabbia a rendere così breve la vita di un gabbiano.”
Richard Bach

Se volete, mi trovate anche qui:

 EFP

Ti è piaciuto il post? Condividilo!
Precedente Homo Faber, Max Frisch Successivo Città di carta, John Green
  • Antonio

    Salve,

    Ho letto che collezioni cartoline. Quando viaggio, lo faccio anche io ma vorrei regalarne alcune particolari ad una persona. Oltre postcrossing sapresti consigliarmi altri siti? Grazie in anticipo.

    A presto

    • Em

      Infatti è bello fare anche così. Io non ho la stessa collezione di Vì, ma quando viaggio mi piace prendere delle cartoline sia per me che per amici 🙂