Ti consiglio cinque libri.

Con questo nuovo articolo ho deciso di dare inizio a una nuova rubrica. Le persone vi consigliano sempre tanti libri, che siano amici, amori o familiari, ma di solito si limitano a consigliarvene uno, massimo due. Io oggi ve ne consiglierò cinque!

Un giorno, David Nicholls.

E’ il 15 luglio 1988, Emma e Dexter si incontrano per la prima volta e, sempre per la prima volta, si amano, si odiano e si dicono addio. Ogni 15 luglio diventerà un giorno speciale, potranno incontrarsi, potranno non riuscire ad incontrarsi, ma in quel giorno, per venti anni, accadrà sempre qualcosa. Uno di quei libri che ti toglie il fiato, ti incolla alle pagine, ti fa sorridere e ti fa piangere, per cosa belle e cose non tanto belle. Un must che gli amanti del genere non potranno non amare. Ben fatto anche il film che ne è stato tratto.278

“Se potessi farti un unico regalo per tutta la vita che ti resta sarebbe un’iniezione di fiducia. Abbi fiducia in te stessa.”

Delirium, Lauren Oliver.

Negli ultimi anni abbiamo letto tante saghe fantasty, distopiche e quanto altro. Le più conosciute sono sicuramente “Hunger Games” e “Divergent” ma io oggi voglio consigliarvi la mia preferita: Delirium. Lena Haloway non vede l’ora che venga il suo diciottesimo compleanno così che possa finalmente ottenere “la cura”, un operazione che le eviterà di contrarre il Delirium Amoris Nervosum, quello che è considerato un virus letale, il più letale di tutti perché rende le persone incapaci di riflettere, di giudicare, di pensare lucidamente. Dopo aver visto la madre morire per questa malattia, a pochi mesi dai diciotto anni, Lena non vede l’ora di subire l’operazione ed essere destinata a qualcuno. Tuttavia il destino ha piani ben diversi dai suoi, la malattia è dietro l’angolo è arriva con Alex un ragazzo più grande che afferma di essere già stato curato. Onestamente non ricordo nemmeno più come sono venuta a conoscenza di questo magnifico libro, ricordo però che mi tenne sveglia tutta la notte, cosa che non accadeva da un bel po’. La cosa migliore di questo libro è sicuramente il modo in cui ti fa innamorare dei personaggi, delle loro storie e non potrai non fare il tifo per loro. Delirium è seguito da Chaos e Requiem.delirium li

“E’ strano come improvvisamente riconosco la voce, anche se l’ho sentita soltanto una volta, per dieci minuti, quindici al massimo – e la risata che scorre sotto, come qualcosa che si sporge verso di te per svelarti un segreto fantastico durante una lezione noiosa. Tutto si blocca … “

Se una notte d’inverno un viaggiatore, Italo Calvino.

Protagonista di questo libro è il lettore. Sì, proprio il lettore, proprio tu.

Stai per cominciare a leggere il nuovo romanzo Se una notte d’inverno un viaggiatore di Italo Calvino. Rilassati. Raccogliti. Allontana da te ogni altro pensiero. Lascia che il mondo che ti circonda sfumi nell’indistinto. La porta è meglio chiuderla; di là c’è sempre la televisione accesa. Dillo subito, agli altri: «No, non voglio vedere la televisione!» Alza la voce, se no non ti sentono: «Sto leggendo! Non voglio essere disturbato!» Forse non ti hanno sentito, con tutto quel chiasso; dillo piú forte, grida: «Sto cominciando a leggere il nuovo romanzo di Italo Calvino!»

31Xhn9PZtTL._SS500_

Il lettore per motivi sempre diversi è costretto a interrompere la storia che sta leggendo, andrà alla ricerca del continuo e ogni volta si ritroverà a leggere, involontariamente un libro diverso che lo catturerà. Ciò che ha di fantastico questo romanzo è che racconta ben dodici storie che catturano sia il “Lettore” , esplicito protagonista del romanzo, sia il lettore che legge di lui. Viene definito Metaromanzo poiché si interroga sulla sua stessa natura. Il lettore riuscirà, o non riuscirà, a concludere ogni storia iniziata? E tu lettore ci riuscirai? Non resta che scoprirlo.

Il meraviglioso mago di Oz, Frank Baum.

Ok, quello che sto per consigliarvi è considerato da tutti un libro per bambini. Chi non conosce la piccola Dorothy finita insieme al cane Toto nel paese del mago di Oz a causa di un ciclone? E il viaggio fatto seguendo la strada con i mattoncini gialli? Un viaggio che vi farà volare con la fantasia, durante il quale incontrerete scimmie volanti, streghe cattive, spaventapasseri e leoni senza coraggio. Vi farà sorridere e vi farà riflettere sul valore dell’amicizia. E soprattutto, se siete scettici riguardo a leggere un libro per bambini, ricordate questo tipo di romanzo è sempre il primo a contenere una morale importante. E poi, se non lo leggete, come farete a sapere se Dorothy e Toto riusciranno a tornare a casa dalla zia Em e dallo zio Henry?

download

“We have lost our way,” said Dorothy. “Can you tell us where the Emerald City is? 

“Certainly,” answered the Queen; “But is a great way off, for you have had it at your backs all this time.” Then she noticed Dorothy’s Golden Cap, and said, “Why don’t you use the charm of the Cap, and call the Winged Monkeys to you? They will carry you to the City of Oz in less than an hour.”

Storia di una ladra di libri, Markus Zusak.

Liesel, una bambina di nove anni, vive con una famiglia affidataria in Himmel Street, in Germania, durante gli anni di Hitler. Quando arriva in quella nuova casa ha paura, ha appena visto il fratello morire e la madre lasciarla. Tuttavia si legherà in un modo straordinario ad Hans Hubermann, il suo papa che la tranquillizzerà con la sua musica e le imparerà pian piano a leggere, partendo da quel libricino che ha rubato all’apprendista becchino al funerale del fratello. Da quel momento tutto avrà un altro sapore per Liesel. Questo libro è innanzitutto una storia d’amore: l’amore tra padre e figlio, l’amore tra due bambini, l’amore tra due sconosciuti che non saranno più tanto sconosciuti, l’amore di una ragazzina per i suoi libri. E’ un libro che vi farà riflettere, un libro che vi farà emozionare e immedesimare nei protagonisti. Vi farà ridere e, ovviamente, anche piangere, come ogni buon libro che si rispetti.

LadraLibri1

“Quando cominciò a scrivere la sua storia, si sarebbe chiesta qual’era stato il momento esatto in cui i libri e le parole avevano cominciato a significare non qualcosa, ma tutto.”

Questi sono libri che ho amato, e che consiglio a tutti. Quale vi incuriosisce di più? Quale avete voglia di leggere? E invece quale avete già letto? Lasciate un piccolo commento per farmelo sapere.

Tschüss, Em.

Ti è piaciuto il post? Condividilo!
Precedente J.K.Rowling su Twitter Successivo L'estate dei segreti perduti