Ti consiglio cinque libri #8

Salve a tutti,

finalmente posso dire di essere tornata in pianta stabile in territorio italiano e soprattutto sul blog. Negli scorsi mesi sono stata assente per troppo, tanto tempo e nei prossimi, nonostante i tanti impegni che mi terranno occupata, voglio riprendere con costanza a raccontarvi delle mie passioni e delle mie letture. Oggi voglio ricominciare la vecchia rubrica dei consigli, in particolare voglio parlarvi di cinque libri che mi hanno conquistato in questo mio periodo all’estero.

La via del ritorno – Erich Maria Remarque  La salvezza sono i tuoi genitori che vengono a trovarti e ti portano dei libri e tra questi ovviamente uno del tuo autore preferito. “La via del ritorno” è il secondo libro della trilogia dell’autore tedesco dedicata alla prima guerra mondiale, subito dopo “Niente di nuovo sul fronte occidentale”. In questo libro ci viene descritto il ritorno dei soldati sopravvissuti alle loro case e le loro abitudini, peccato solo che si renderanno conto presto che niente è più come prima e i loro occhi non vedono più con la stessa prospettiva. Riabituarsi sarà difficile, a volte addirittura impossibile e Remarque con il suo stile nostalgico è in grado di far rivivere in queste pagine le emozioni vissute veramente dai soldati alla fine della prima guerra mondiale.

 

Acquisto diretto su amazon.

Via col vento – Margaret Mitchell

Ho cominciato questo libro durante uno dei due blocchi del lettore che mi hanno colpito quest’estate e pensavo di non vederne mai la fine – considerata la mole abbastanza grande – ma alla fine ne sono stata così coinvolta che sono riuscita a divorarlo in pochi giorni prima di un esame (irresponsabilità portami via). Ambientato in Georgia durante la guerra civile, racconta le avventure della viziata Rossella Scarlett e dell’affascinante Rhett Butler, caratteri così simili, anche troppo, che si scontreranno mille e più volte. Ovviamente una delle parti più interessanti è lo sviluppo caratteriale di Rossella che perderà l’innocenza, ma non di certo la superbia e l’orgoglio.

Acquisto diretto su amazon.

Assassinio sull’Oriente-Express – Agatha Christie

Molti di voi potrebbero dirmi che non c’era bisogno di spendere qualche parole sulla regina del giallo, ma io sono del parere contrario, non è mai troppo consigliare un romanzo della Christie. Tra le avventure più famose di Hercule Poirot sicuramente c’è quella sull’Oriente-Express, durante la quale sarà costretto a risolvere l’omicidio del suo vicino di cabina. La soluzione arriva del tutto inaspettata – nonostante l’autrice sia brava a disseminare piccoli indizi pagina per pagina – e vi farà pensare che il genio della Christie fosse infinito. Lo stile è incalzante ed affascinante, non potrete chiudere il libro prima di aver scoperto il famoso omicida.

Acquisto diretto su amazon.

Il cavaliere inesistente – Italo Calvino

Ultimo libro della trilogia degli antenati dell’autore italiano, “Il cavaliere inesistente” risente enormemente dell’influenza di Ariosto, partendo dalla presa in prestito di alcuni nomi fino all’ambientazione medievale. Ho aspettato più di un anno per leggere perché avevo paura mi potesse deludere dopo “Il barone rampante”, eppure Calvino mantiene alti i livelli. La storia si racchiude attorno ad un cavaliere senza corpo, di cui è possibile vedere solo l’armatura, e Rambaldo giovane soldato deciso a vendicare la morte del padre. Tra donne, cavallier, arme e amori Calvino riesce riportare genere cavalleresco ai giorni nostri con molto successo.

Acquisto diretto su amazon.

Sostiene Pereira – Antonio Tabucchi

Un’ulteriore scoperta in terra tedesca è stato Tabucchi – un altro libro gentilmente portato dai miei. Proclamata da tutti non ho potuto aspettare tanto prima di procurarmene anch’io una copia. Ammetto che all’inizio ero abbastanza scettica e non riuscivo a calarmi nella storia di Pereira, un uomo che vive circondato dalle più piccole e grandi paure e che non ha coraggio di azzardare nulla, ma si limita a un “avrebbe voluto dire…”. Tuttavia mano a mano che la storia si sviluppa appare evidente al lettore la sua evoluzione ed è per questa, e per il messaggio che l’autore nasconde dietro essa, che bisogna leggere questa piccola perla.

Acquisto diretto su amazon.

Questi erano i miei cinque consigli, se ne avete letto qualcuno fatemi sapere cosa ne pensate nei commenti, altrimenti scrivetemi quelli che vorreste leggere e perché.

Tschüss, Em.

Ti è piaciuto il post? Condividilo!
Precedente Vita di Galileo | Recensione Successivo La via del ritorno | Recensione