Ti consiglio cinque libri #5

Buongiorno a tutti,

era da un po’ di tempo che non aggiornavo questa rubrica, ma non vi preoccupate perché non ho più intenzione di far passare così tanto tempo. Quindi siete pronti per un’altra dose di consigli? Ecco a voi altri cinque libri che vanno definitivamente letti.

Cecità di Josè Saramago 

In una società senza nome, cittadini senza nome cominciano piano piano a perdere la vista, diventando ciechi ma con una luce accecante – un mal bianco – al posto del normale buio. Pian piano tutta la società viene colpita e ogni cosa finisce per degenerare. Quella dell’autore è una metafora per far capire come, nella società odierna, sempre più persone non vanno oltre la prima impressione comportandosi effettivamente come ciechi. Questa è stata la prima lettura dell’anno e per ora sicuramente la migliore.

Perché leggerlo? Perché è una lezione efficace di come certi attitudini che abbiamo ogni giorno, che magari consideriamo innocue, possono in realtà nascondere le crudeltà più impensabili.

Link all’acquisto diretto su amazon.

Mille splendidi soli di Khaled Hosseini

Questa è la storia di due donne che, per un motivo e l’altro, finiscono a vivere sotto lo stesso tetto, con un uomo violento e ignorante che le costringerà, dopo l’iniziale astio, a stringere un’alleanza che si rivelerà necessaria alla sopravvivenza. Una storia che vuole ricordarci una realtà che, per quanto sembri, non è mai troppo lontana e della quale va presa coscienza. Una storia che merita ogni recensione positiva.

Perché leggerlo? Per non dimenticare mai quanto certe storie possono essere verità crudeli e attuali. Uscire dall’oblio e provare a comportarsi in modo diverso.

Link diretto all’acquisto su amazon.

Quattro madri di Shifra Horn 

Dell’autrice ebraica avevo letto “Scorpion Dance”, suo ultimo romanzo, che mi era piaciuto così tanto da convincermi a leggere anche qualcos’altro. Per mia fortuna questo che, invece, è il suo primo non ha per nulla deluso le mie aspettative. Nel romanzo sono descritte le vicende di quattro donne della stessa famiglia che combattono contro una maledizione che le costringe a rimanere sempre sole e senza marito. Attraverso questo scenario l’autrice riesce a delineare pienamente la forza di ognuna di loro, diversa sì ma sempre presente.

Link all’acquisto diretto su amazon.

Perché leggerlo? Per avere una prova effettiva delle forze della donna, smettere di credere ai soliti maschilismi e acquistare un po’ di fiducia.

Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop di Fannie Flag 

Ecco un altro libro che era nella mia lista desideri e volevo leggere da tempo immemore e che, se sta in questo post, vuol dire che non mi ha deluso. In una cittadina dell’Alabama ci vengono narrate le vicende dei cittadini, ognuno con un proprio punto di forza e ovviamente con i propri difetti. Tra passato e presente ognuno di loro avrà qualcosa da insegnarci, trasmettendoci amore, forza di volontà e anche nostalgia, che oserei dire è anche uno dei punti di forza di questa storia.

Perché leggerlo? Per non dimenticare mai quanto sia importante il collegamento tra presente e passato e soprattutto per credere un po’ di più in se stessi.

Link all’acquisto diretto su amazon.

Il mondo nuovo di Aldous Huxley 

Componente della trilogia dispotica per eccelenza, Il mondo nuovo è un mondo dove ogni cittadino è in forma e in salute, ha tutto ciò che vuole o forse dovrei dire tutto ciò che la società gli dice di volere. Perché il prezzo da pagare per la salute è l’assenza di emozioni e pensieri propri. Così facendo la società ha sotto controllo tutti. Un’altra brillante distopia capace di metterci in guardia sui pericoli che ogni giorno sono sempre più dietro la porta.

Perché leggerlo? Per conoscere meglio i veri pericoli che si insidiano dietro l’industria, dietro tentativi di una società troppo accondiscendente e imparare dagli errori del passato.

Link all’acquisto diretto su amazon.

Questi erano i miei cinque consigli di oggi, ne avete letto qualcuno? Se sì sono proprio curiosa di sapere cosa ne pensate. Non dimenticate di farmelo sapere in un commento.

Tschüss, Em.

Ti è piaciuto il post? Condividilo!
Precedente Newton Compton: uscite del 21 e 23 febbraio Successivo Due verticale | Recensione