Riflessioni di un’osservatrice del mondo

Il mondo va veloce e spesso non ci rendiamo nemmeno conto di ciò che sta intorno a noi. Dobbiamo correre, fare tutto in meno tempo possibile e alla fine ci rendiamo conto che abbiamo fatto di tutto tranne spendere il nostro tempo come avremmo dovuto. Passiamo vicino a cose, persone, e non ci ricordiamo neanche di averle viste. Non è perché siamo cattivi o egoisti e non ci interessa, ma perché siamo abituati così, a correre, a scappare da ciò che in realtà potrebbe migliorare tutto.
Questa rubrica ha come scopo cercare di fermarvi, di farvi riflettere anche sulle cose più banali e inutili, perché a volte abbiamo bisogno di questo per guadagnare del tempo. Sarà un rifugio pieno di riflessioni, personali e non, scaturite da incontri, parole e frasi dette da qualcuno, discussioni, qualsiasi cosa che possa farci pensare, magari assieme.
Alcune di queste riflessioni sono pubblicate sul sito di scrittura EFP, in una versione leggermente diversa, sul account: Principe Dracula.
Vi invito a fermarvi e a osservare il mondo.
donnaaffacciataallafine

 

Alcune riflessioni che possono colpire, sconvolgere, almeno hanno questo scopo.

Indifferenza

Il bello di essere diversi

Libri: ossessione o cura?

I luoghi del lettore

Sono musulmana, non una terrorista.

Cernobyl, 30 anni dopo

Gli strumenti del lettore

23 Aprile: giornata del libro

Perché avere un’amico lettore è utile?

Chi era Harper Lee? 

Chi era Irene Némirovsky?

Perché leggere un libro nella sua lingua originale?

I libri che vorremmo aver scritto

Un libro si sceglie dalla copertina?

Cosa vi hanno insegnato i libri?

Favole per vivere

Ti meriti un’amore

Siamo lettori o scrittori?

Perché sognare?

Un’equazione, una bomba, un mondo in ginocchio

Ma la scienza come può essere usata?

Perché…

Storia di una valigia

Provocazione

Lettera alla mia memoria

Pazzia 

Parole mai dette

Ti è piaciuto il post? Condividilo!