Il quinto Francesco | Recensione

Salve a tutti,

è arrivato anche fine gennaio e come di consueto noi abbiamo partecipato al domino letterario, questa volta con un romanzo storico: “Il quinto Francesco” di Roberto Vaccari.

La storia parte da una telefona ricevuta durante una colazione al bar, precisamente a Vienna. L’uomo che rispondo ha origini modenesi e dopo aver riattaccato, si vede avvicinare da un altro che, incuriosito, lo convince ad ascoltare una storia che cela le origini di entrambi. Il primo, uno scrittore in cerca di storie, sebbene sia inizialmente interdette e preferirebbe solo essere lasciato in pace, si lascia poi convincere. Gli anni del passaggio dal ducato di Modena e Reggio Emilia al regno d’Italia, la fuga del duca Francesco V d’Austria-Este da Modena, lo scioglimento della Brigata estense a tre anni dalla fine del ducato, gli improvvisi cambi di rotta e di regime, sono lo scenario dentro al quale personaggi in carne e ossa si lanciano all’inseguimento del proprio destino. Il clima di attesa e d’idealismo, ma anche di confusione e spaesamento, che ha caratterizzato la nascita dell’Italia unita, prende forma in un romanzo di coinvolgente complessità, che vede entrare in scena la piccola epopea di una famiglia modenese come tante, quella del commerciante Melotti e dei suoi figli Erio e Paolo.

I romanzi di questo genere non mi dispiacciono mai, sono sempre incuriosita dalla storia e in particolare da quegli eventi che solitamente durante le lezioni a scuola o all’università ci vengono omessi perché considerati meno importanti rispetto ad altri che hanno generato poi eventi di ancora più grande portata. Letta la trama di questo libro ne sono rimasta affascinata e volevo assolutamente saperne di più.

La storia attira davvero il lettore curioso e avido di sapere, ma allo stesso tempo è anche frenato da uno stile che non ho trovato particolarmente invogliante e semplice. È anche vero che alcuni libri hanno bisogno di uno stile preciso, particolare e non troppo semplicistico, ma forse questo sarebbe stato più piacevole se più scorrevole.

Le vicende sono molto interessanti e possono colpire chiunque, come me, sia anche solo un po’ interessato alla storia, soprattutto quella italiana. Nel libro sono contenuti molti eventi e fatti storici sui quali non fa mai male informarsi un po’ di più soprattutto perché fanno parte della nostra storia, del percorso che ci portato al posto in cui siamo adesso. Perché la storia è così: anche il più piccolo passo, quello che sembra più insignificante ha determinato ciò che siamo oggi e un’altra direzione avrebbe cambiato molto, se non tutto. Quindi credo sia sbagliato parlare di grandi e piccoli eventi storici, si dovrebbe cercare di conoscere sempre il più possibile per poter imparare dagli errori già commessi.

Il libro è pubblicato da Artestampa edizione, di cui qualche mese fa ho pubblicato “La vita e la morte di Perzechella” che mi aveva colpito molto.

Adesso, invece, vi lascio i blog che hanno partecipato al domino letterario.

Link d’acquisto amazon.

Tschüss, Em.

Ti è piaciuto il post? Condividilo!
Precedente 32 bellissime citazioni da (ri)leggere quando si è tristi | Seconda parte Successivo Fazi Editore: in uscita a Marzo
  • Ella di libri e librai

    Ciao =), sono curiosa di leggerlo e spero di farlo al più presto !

    • Em

      Fammi sapere i tuoi riscontri poi 🙂

  • Silvia

    Molto interessante questo libro 🙂

    • Em

      Si, infatti. Peccato solo per lo stile.

  • Clarissa

    Non lo conoscevo, ma sembra davvero interessante!

    • Em

      Si abbastanza 🙂

  • Deb LR

    vediamo se riesco a commentare…ero curiosa perché quando hai scelto il titolo proprio non lo conoscevo. Da quello che dici non credo possa essere il mio genere, però sono stata contenta di averlo scoperto, una bella recensione ^_^

    • Em

      Grazie mille 🙂

  • I libri storici mi intrigano sempre perchè, come hai già detto tu nella recensione, ci sono quegli avvenimenti, aneddoti, che nella storia in classe vengono omessi. E che rendono tutto ancora più vicino a noi **

    • Em

      Esatto 😀 sono contenta piacciano anche a te ^_^

  • Eleonora

    Non fa per me in questo periodo ma mi sembra comunque un libro molto interessante e un po’ diverso dai soliti. Grazie per la recensione!!!

    • Em

      Grazie a te 😀

  • Virginia

    Belli i libri storici, li trovo sempre molto affascinanti
    Bella scelta

    • Em

      Grazie mille 🙂

  • Mmm non credo sia un libro che potrei amare :/ Forse, potrei sceglierlo per lo stile un po’ ricercato e difficile da “seguire”, se ho capito bene leggendo la tua recensione 🙂

    Ps. Per il Domino, ci ritroviamo a marzo eheh Purtroppo passo anche Febbraio T_T

    • Em

      Si purtroppo non l’ho proprio apprezzato tantissimo proprio a causa dello stile. Meglio tardi che mai 🙂