Opinioni di un clown | Recensione

Salve a tutti,

anche durante il mese più corto dell’anno non mancano le letture e di conseguenze le recensioni, soprattutto non può mai mancare quella per il Domino Letterario. La sottoscritta questo mese ha partecipato con “Opinioni di un clown” di Heinrich Böll, premio nobel per la letteratura nel 1972.

Il protagonista di questo libro è ovviamente un clown che dopo alcuni anni di “successo” comincia la sua discesa, dopo essere stato lasciato dalla fidanzata improvvisamente e dopo aver preso una brutta caduta durante un’esibizione. La sua carriera ne risentirà e dai gradini più bassi avrà modo di commentare con un occhio ancora più critico i vizi e i difetti della società tedesca post-guerra.

Il libro è narrato in prima persona e diviso tra presente e passato di Hans, soltanto andando avanti con la lettura scopriamo i vari dettagli che lo hanno portato a questa discesa, le persone che ha incontrato e quasi sempre odiato. Infatti è ben chiaro sin dall’inizio del romanzo che ogni personaggio – a parte poche eccezioni – che incontreremo diventerà prima o poi oggetto di critica. Questo perché il libro è essenzialmente incentrato sulla critica: quella al materialismo, all’ipocrisia, al perbenismo, all’opportunismo. Tutto ciò è possibile trovarlo nella società tedesca che sta ancora cercando di rialzarsi a seguito della seconda guerra mondiale, una società al cui interno si fa finta di essere sempre stati contrari al nazismo, di non averci mai avuto a che fare e dove si nascondono i misfatti e le vecchie opinioni. O forse queste sono ancora presenti? Nascoste sotto uno sguardo o una parola ambigua.

Hans è un personaggio molto particolare, spesso vi verrà voglia di prenderlo a schiaffi e talvolta di chiudergli la bocca. Non è un personaggio che amereste, forse potreste odiarlo ma perché? Il più delle volte si finisce per odiare coloro che ci tolgono il prosciutto dagli occhi , quelli che ci gridano in faccia la verità perché ci costringono ad affrontare realtà che cercavamo di evitare. L’intento dell’autore era proprio quello di creare un personaggio del genere, una persona con la quale è un po’ difficile entrare in sintonia perché se i lettori dovevano essere quelli appartenenti alla società che prendeva di mira, poteva mai essere amabile?

Lo stile non è quel che si definisce scorrevole, ma nemmeno lento. La lettura è ricca di spunti di riflessione e anche dopo quasi mezzo secolo è capace di aprire gli occhi al lettore. Inizialmente non riuscivo a farmi un’idea, ma più mi avvicinavo alla fine e più mi piaceva. Non sarà il solito romanzo che leggereste, forse, ma io ve lo consiglio decisamente.

Nel caso decideste di acquistarlo vi lascio il link diretto all’acquisto su amazon.

Infine, ecco tutti gli altri blog partecipanti.

Tschüss, Em.

Ti è piaciuto il post? Condividilo!
Precedente Due verticale | Recensione Successivo Anteprima: Le ragazze con il pallino per la matematica
  • Federica Caglioni

    Direi che è interessante 🙂 Finisce in WL

  • Una ragazza del club del libro al quale partecipo aveva fatto come te, ora che lo ha riletto lo ha apprezzato molto 🙂 incredibile a volte quanto serva dare una seconda possibilità ^_^

  • A me è piaciuto tantissimo, lo sai bene 🙂 Sono felice che tu l’abbia apprezzato ^_^ Quasi quasi mi piacerebbe rileggerlo 😉 ahah

  • Mi intriga tantissimo (sì, ancora più di prima!).

  • Serena Libri che porto con me

    A mio parere è un libro con una trama davvero interessante penso che gli darò una possibilità 🙂

  • Erika Lo specchio dell’anima

    Sembra davvero interessante!

  • Deb_Leggendo Romance Blog

    non lo conoscevo, scopro sempre nuovi libri

  • Silvia Devitofrancesco

    Non lo conoscevo, ma ci darò un’occhiata 😉

  • Scheggia

    Non conoscevo questo libro. La storia è interessante ma dato che ho paura dei Clown, non so come potrei affrontare questa lettura. Magari mi aiuta a risolvere questa paura!

  • Tania S

    Non mi attira proprio, mi spiace XD E’ fuori dalla mia portata.

  • Hanna McHonnor

    Non lo conoscevo e al momento non lo aggiungo alla wishlist delle letture da fare a breve, ma ci faccio lo stesso un pensierino 🙂

  • Ella di Libri e librai

    Mi piacerebbe molto leggerlo, spero di farlo al più presto =)!

  • Eleonora Quattrini

    Ammetto di essere un po’ carente nella conoscenza dei classici quindi grazie per la recensione di questo libro che non conoscevo!!!