Narciso e Boccadoro | Citazioni

Le nostre citazioni non si fanno mai attendere tanto, perciò eccoci qui, ancora, con un nuovo libro protagonista e nuove splendide frasi. Siete pronti per leggere alcune delle parole sgorgate dalla penna di Herman Hesse? Perché oggi scegliamo “Narciso e Boccadoro” – di cui recentemente abbiamo pubblicato la recensione.cover

“Incliniamo tutti, specialmente in gioventù, a confondere la provvidenza con i nostri desideri.”

“Ed ecco il destino porgergli una salvezza, ecco venirgli incontro quell’amicizia e offrire al suo desiderio un giardino rigoglioso, al suo culto un nuovo altare. Qui gli era permesso di amare, gli era permesso di darsi senza peccato, di donare il suo cuore ad un amico ammirato, maggiore e più saggio di lui, di trasformare e spiritualizzare le fiamme pericolose dei sensi in nobili fuochi d’offerta.”

“Nonostante la profonda differenza  delle loro nature, avevano imparato molto l’uno dall’altro; a poco a poco era nato fra loro, accanto al linguaggio della ragione, un linguaggio d’anime e di cenni.”

“Non è nostro compito quello d’avvinarci, così come non s’avvicinano fra loro il sole e la luna, o il mare e la terra. Noi due, caro amico, siamo il sole e la luna, siamo il mare e la terra. La nostra meta non è di trasformarci l’un nell’altro, ma di conoscerci l’uno l’altro e d’imparar a vedere e rispettare nell’altro ciò che egli è: il nostro opposto e il nostro complemento.”

“un fanciullo intelligente non è di necessità più sciocco di un erudito. Ma se il fanciullo vuol parlare di scienza con l’erudito, questi non lo prende sul serio.”

“Le nature come la tua, dotate di sensi forti e delicati, gli ispirati, i sognatori, i poeti, gli amanti, sono quasi sempre superiori a noi uomini di pensiero. La vostra origine è materna.  Voi vivete nella pienezza, a voi è data la forza dell’amore e dell’esperienza viva. Noi spirituali, che pur sembriamo spesso guidarvi e dirigervi, non viviamo nella pienezza, viviamo nell’aridità. A voi appartiene la ricchezza della vita, a voi il succo dei frutti, a voi il giardino dell’amore, il bel paese dell’arte. La vostra patria è la terra, la nostra è l’idea.”

“E ti dico ancora: qualunque cosa avvenga di te e di me, comunque si svolga la nostra vita, non accadrà mai che, nel momento in cui tu mi chiami seriamente e senta d’aver bisogno di me, mi trovi sordo al tuo appello.”

“Vado volentieri, perché sento ch’è necessario e perché oggi ho avuto una così meravigliosa esperienza. Ma non m’immagino certo di correre incontro soltanto alla felicità e al piacere. Penso che il cammino sarà difficile. Ma sarà anche bello, spero.”

“Aveva una meta e forse l’avrebbe raggiunta, e allora forse tutta la sua vita dissoluta avrebbe acquistato un significato e un valore. Questo nuovo sentimento lo penetrava di gioia e di timore e gli dava ali ai piedi.”

“Per fare graziose figurine d’angeli o altri giochetti, sian pure carini, non valeva pena d’essere artisti. Per altri forse, per artigiani, per cittadini, per anime tranquille e soddisfatte poteva valere anche la pena, ma per lui no. Per lui arte ed artisti non valevan nulla, se non ardevano come il sole e non avevano la potenza delle tempeste, se non portavano che piacere, gradimento, piccola felicità.”

“Come l’estasi d’amore nel momento della sua massima tensione e felicità è sicura di dover scomparire e morire l’istante appresso, così l’intima solitudine e l’abbandono alla tristezza eran sicuri d’essere a un tratto inghiottiti dal desiderio, da un nuovo volgersi al lato luminoso della vita.”

“Che sarebbe la ragione e la temperanza senza la conoscenza dell’ebbrezza, che sarebbe il piacere dei sensi, se dietro di esso non stesse la morte, e che sarebbe l’amore senza l’eterna mortale ostilità dei sessi?”

Qual è la vostra preferita? Fatecelo sapere in un commento.

Tschüss, Em.

Ti è piaciuto il post? Condividilo!
  • Adoro Narciso e Boccadoro e le citazioni sono meravigliose…
    Ci ho anche fatto una recensione! gran bel libro

    • Em

      andrò a leggere la recensione 🙂 a me è piaciuto molto!