Liebster Award 4.0

Buongiorno Sognatori,

oggi procediamo con questo bellissimo Liebster Award. Ringrazio Alice Jane Raynor e ora passo a spiegarvi le regole:

  • Esporre il logo dell’award.
  • rispondere alle domande
  • scriverne altre 10
  • nominare altri blog.liebster_award02

Ecco a le domande che mi sono state poste e le mie risposte:

– Perché hai aperto un blog? Come mai gli hai dato questo nome?

Ho aperto questo blog perché mi mancava scrivere e pubblicare articoli così come avevo fatto per anni a scuola e considerando la mia passione per la letteratura ho deciso di aprire un blog letterario con mie due care amiche. Gli abbiamo dato questo nome perché siamo tutte e tre grandi sognatrici e conosciamo ben il valore che i sogni hanno per ogni persona, chiamarlo così ci sembrava quindi adatto.

– Quali sono le tue passioni?

Oltre i libri, la mia più grande passione sono le lingue. Vorrei poter imparare tutte le lingue del mondo ma per il momento ne parlo solo due, e la seconda la sto ancora migliorando. E’ una passione che va coltivata con cura per poter ottenere dei buoni risultati e quindi sono convinta che con gli anni, pian piano, arriverò a imparare molte più lingue.

– Hai un genere preferito nei libri/film/serie tv?

Amo i libri e film drammatici. No, non sono masochista ma penso che hanno sempre qualcosa da insegnarmi, anche se poi mi fanno sempre piangere. Per i libri in particolare amo i classici, non smettono mai di sorprenderti.

– Cosa ti deve attrarre in una storia?

Al primo posto sicuramente l’originalità. Odio le storie che hanno in sé elementi utilizzati e riutilizzati, quelle cose banali che sembrano essere un copia incolla di altre storie. Come ho già detto in una mia precedente recensione penso che l’arma più bella dello scrittore sia la fantasia e sarebbe davvero un peccato sprecarla. Poi una volta avuta l’idea originale bisogna saperla sviluppare: sono tanti gli scrittori che rovinano quello che potrebbe essere un capolavoro. Loro hanno idee meravigliose ma poi le sviluppano male, le rendono noiose o, peggio ancora, aggiungono le solite banalità all’interno.

302

– Cos’hai di solito sulla scrivania?

Sulla mia scrivania è sempre presente il portatile, un quaderno, penne, un dizionario di inglese e un libro, che può essere scolastico o no, dipende dal periodo.

– Se fossi uno dei sette peccati capitali?

In questo momento, e nell’ambito letterario, direi avarizia. Ho prestato fin troppe volte i miei cari tesorrri ( i libri ) e al loro ritorno, se ritornavano, non erano in buone condizioni. Non penso di essere più disposta a prestarne.

– Definisciti con una poesia

 

 

Penso alla mia voglia di viaggiare, andare via, anche subito, ora e penso a F.S.Fitzgerald, alla sua poesia “Partiamo questa notte”.

” Noi partiamo questa notte, silenziosi riempiamo la strada immobile, deserta […] lungo la strada senza luna; gli ombrosi cantieri dove i nostri passi echeggiano passando dalla notte al giorno […]  Le nuvole si sono fatte pioggia, il cielo fiamme, su autostrade vuote, dove il pavimento di ghiaia riluce, il ribollire delle onde a poppa diviene un voluminoso notturno … “we leave tonight

– Ti piacciono gli animali? Quali?

Amo i cani, so sempre di buon umore e ti trasmettono quella bella sensazione. Amo anche i gatti, prima non li sopportavano, ma ora che ne ho uno non posso non essere di diversa opinione.

– Ti piacerebbe vivere in una piacevole e felice illusione?

Sì, mi piacerebbe ma solo se poi la mia vita finisse con la fine dell’illusione. Non penso sarei in grado di sopportare il distacco dalla vita falsa e quella vera. Come scrisse Primo Levi “ Guai a sognare: il momento di coscienza che accompagna il risveglio è la sofferenza più acuta.” Se devo illudermi per poi soffrire preferisco il mondo reale e costruirmi una vera illusione.

– Le tre cose a cui non puoi rinunciare?

Mmm.. sicuramente i libri, poi alla compagnia delle persone amate perché la solitudine mi fa troppa paura, e per essere un po’ materialista dico il computer.

Queste erano le mie risposte, voi come rispondereste?alba d 'estate

Intanto nomino Dreaming with Books, Come non sentirsi soli e Words e le invito a rispondere a queste domande:

– Qual è la cosa più bella nell’avere un blog?

– Se potresti diventare l’autrice di un libro, quale libro sceglieresti?

– A quale libro daresti un seguito e a quale lo toglieresti?

– Se dovessi vivere in una serie tv quale sceglieresti?

– Saresti capace di partire anche subito, senza voltarti più indietro? Se sì, dove andresti?

– La tua paura più grande.

– Come ti vedevi a 12 anni e come ti vedi ora nel futuro?

– Preferiresti vivere nel 2015 o durante gli anni ruggenti?

– La tua soddisfazione più grande sarebbe… ?

– Una frase nella quale ti sei rivista.

Ho nominato solo due blog, ma chiunque sia interessata/o a rispondere a queste domande è libero di farlo. Mi scuso per i tag ai quali ancora non rispondo, lo farò a breve!

Tschüss, Em.

 

Ti è piaciuto il post? Condividilo!
Precedente Il creasogni Successivo "Me after You", sequel di "Io prima di te".
  • Ma che carino! *.* E che belle domande! Spero di riuscire a rispondere presto, nel caso quando tornerò dalle vacanze! Grazie per avermi nominata <3

    • Rispondi con calma, e buone vacanze! Lì