La coppia perfetta B.A. Paris | Recensione

 

Bentornati a tutti,

anche se non recentemente, ho letto poco tempo “La coppia perfetta” di cui oggi voglio parlarvi, lasciandovi un mio personale commento. Se lo conoscevate e/o lo avete letto, fatemi sapere nei commenti.

Trama: Chiunque avesse l’occasione di conoscere Jack e Grace Angel penserebbe che sono la coppia perfetta. Lui un avvocato di successo, affascinante, spiritoso. Lei una donna elegante e una padrona di casa impeccabile. Chiunque allora vorrebbe conoscere meglio Grace, diventare sua amica, scoprendo però che è quasi impossibile anche solo prendere un caffè con lei: non ha un cellulare né un indirizzo email, e comunque non esce mai senza Jack al proprio fianco. Chiunque penserebbe che in fondo è il classico comportamento degli sposi novelli, che non vogliono passare nemmeno un minuto separati. Eppure, alla fine, qualcuno potrebbe sospettare che ci sia qualcosa di strano nel rapporto fra Grace e Jack. E chiedersi per esempio perché, subito dopo il matrimonio, Grace ha lasciato un ottimo lavoro sebbene ancora non abbia figli, perché non risponde mai nemmeno al telefono di casa, perché ci sono delle sbarre alle finestre della camera da letto. E a quel qualcuno potrebbe venire il dubbio che, forse, la coppia perfetta in realtà è la bugia perfetta…

Il libro inizia raccontando pezzi del passato della protagonista Grace e del suo presente, mettendo ogni volta nuovi indizi come un puzzle, finché non si arriva a raccontare solo il presente che sta vivendo. Ha una cassa bellissima, grande, spaziosa, vestiti eleganti e alla moda, cucina in modo perfetto per i suoi ospiti, ogni piatto è un capolavoro. E’ la moglie perfetta, un modello per tutti: bella, elegante, sorridente, sempre a casa per aspettare il marito. La sua vita sembra quella di una principessa che ha realizzato tutti i suoi sogni.

Tuttavia ha lasciato il suo lavoro che amava, non ha figli, non ha un cellulare o una mail personale, va in giro con le borse completamente vuote, non va a visitare sua sorella sempre come faceva prima. Inizia a perdere peso in modo considerevole, sembra stanca e non tanto perfetta come vuole far credere agli altri. Quindi le persone, sopratutto una vicina in particolare, iniziano a far domande:perché non ha un telefono suo? Perché non la si vede mai fuori neanche a prendere il giornale? Perché non va mai al pranzo con le vicine o per un caffè? Domande che spingono il lettore fino a una curiosità estrema che verrà ripagata, poi, con una verità sconvolgente, che l’autrice riesce ad orchestrare con magistrale bravura.

Un libro pieno di suspense e mistero, complice una trama originale che rende l’insieme coinvolgente il fino alle ultime verità. Si sta con il fiato sospeso, si ha paura, si è felici, accanto alla protagonista. Alla fine della lettura ho compreso una cosa fondamentale: le apparenze non sono mai la verità, e questo l’autrice ce lo insegna molto bene.

Consigliato assolutamente per chi ama il genere. 5/5

Vi ricordo, inoltre, che se deciderete di acquistare questo o altri libri su amazon, attraverso questo link, ci aiuterete ad avere una piccola percentuale, che potremmo sfruttare per far crescere il blog. Ovviamente, senza nessuno sovraprezzo da parte vostra. Vi lascio, dunque, il link per l’acquisto diretto, nel caso foste interessati.

Buona lettura, Vì.

Ti è piaciuto il post? Condividilo!
Precedente 5 libri che hanno deluso le mie aspettative Successivo Grandi Incipit #8