Il buio oltre la siepe (citazioni)

Ricorderete sicuramente la mia impressione super positiva su Il buio oltre la siepe di Harper Lee – se non l’avete letta potete rimediare qui – e oggi in occasione della rubrica “Citazioni”, e in attesa di leggere il nuovo libro da poco uscito, riporteremo in questo articoli le frasi che mi sono più piaciute. Pronti?har

“Fino al giorno in cui mi minacciarono di non lasciarmi più leggere, non seppi di amare la lettura: si ama, forse, il proprio respiro?”

Avrei dovuto essere il raggio di sole della solitaria esistenza di mio padre. Io suggerii che si può essere un raggio di sole anche in calzoni, ma lei rispose che bisognava comportarsi come un raggio di sole e che io ero buona di indole, ma che ogni anno peggioravo. Mi offese insomma nei sentimenti e mi tolse per sempre l’appetito; quando però mi rivolsi ad Atticus, lui mi assicurò che i raggi di sole in famiglia non mancavano: facessi pure a modo mio, per lui andavo bene così com’ero.”

” Era in occasioni come queste che pensavo che mio padre, che odiava le armi e non era andato in guerra, era l’uomo più coraggioso del mondo.”

– Tutta la gente pensa di aver ragione e che tu abbia torto… – 

 – Hanno diritto di pensarlo e hanno il diritto di far rispettare la proprio opinione, ma prima di vivere con gli altri, bisogna che viva con me stesso: la coscienza è l’unica cosa che non debba conformarsi al volere della maggioranza.”

 Volevo che tu imparassi una cosa: volevo che tu vedessi che cos’è il vero coraggio, tu che credi che sia rappresentato da un uomo con il fucile in mano. Aver coraggio significare sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare ugualmente e arrivare sino in fondo, qualsiasi cosa succeda.”

” Non è necessario sfoggiare bravura, non è signorile; e poi alla gente non piace vedersi attorno persone che ne sanno più di loro: li irrita. Non riuscirai mai a cambiare le persone limitandoti a parlare bene, bisogna che siano loro a desiderare di imparare; se non lo desiderano non puoi far niente.”

“Voi conoscete la verità, e la verità è questa: alcuni negri mentono, alcuni negri sono immorali, alcuni negri non possono essere lasciati accanto alle donne, nere o bianche che siano. Ma questa è una verità che si può applicare a tutta la razza umana e non a una particolare razza di uomini. Non esiste una persona, in quest’aula, che non abbia mai detto una bugia, che non abbia mai fatto una cosa immorale, e non esiste un uomo al mondo che non abbia mai guardato una donna con desiderio!”

” C’è qualcosa in questo modo che fa perdere la testa alla gente: non riesco a essere giusti neanche quando lo vogliono.”

Mi sarei voluta sbizzarrire di più, ma ve ne ho dette abbastanza no? Alla prossima e buona lettura.

Tschüss, Em.

Ti è piaciuto il post? Condividilo!
Precedente Firebird, la caccia. Successivo Sherlock Holmes: Uno studio in rosso