Grandi Incipit #7

Bentornati in questo angolo di paradiso, dove per paradiso si intende ovviamente un luogo dove si può leggere, leggere e ancora leggere.

Oggi torno a darvi consigli letterari attraverso degli incipit che mi hanno particolarmente colpito e che lasciano intuire che la lettura sarà davvero grandiosa.

Sulla strada di Jack Kerouac

“La prima volta che incontrai Dean fu poco tempo dopo che io e mia moglie ci separammo. Avevo appena superato una seria malattia della quale non mi prenderò la briga di parlare, sennonché ebbe qualcosa a che fare con la triste e penosa rottura e con la sensazione da parte mia che tutto fosse morto. Con l’arrivo di Dean Moriartry ebbe inizio quella parte della mia vita che si potrebbe chiamare la mia vita lungo la strada. Prima di allora avevo sempre sognato di andare nel West per vedere il continente, sempre facendo piani vaghi e senza mai partire. Dean è il tipo perfetto per un viaggio perché nacque letteralmente sulla strada, quando i suoi genitori passarono da Salt Lake City, nel 1926, in un vecchio macinino, diretti a Los Angeles.”

Link all’acquisto diretto su amazon

La luna è tramontata di John Steinbeck

“Alle dieci e quarantacinque tutto era finito. La città era occupata, i difensori abbattuti e la guerra finita. L’invasore s’era preparato per questa campagna con la stessa cura che per altre di maggior ampiezza.”

Link all’acquisto diretto su amazon.

La mia recensione.

L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera

“L’idea dell’eterno ritorno è misteriosa e con essa Nietzsche ha messo molti filosofi nell’imbarazzo: pensare che un giorno ogni così si ripeterà così come l’abbiamo già vissuta, e che anche questa ripetitività debba ripetersi all’infinito! Che significato ha questo folle mito?”

Link all’acquisto diretto su amazon.

Sono state tre letture, quale più recente e quale meno, meravigliose e perché altrimenti ve le consiglierei? Ne avete già affrontata qualcuna? Fatemelo sapere.

Tschüss, Em.

Ti è piaciuto il post? Condividilo!
Precedente Arco di trionfo | Recensione Successivo L'universo nei tuoi occhi | Segnalazione
  • Kundera è una vita che lo vorrei leggere, penso sia una lettura obbligata per ogni lettore! Però rimando sempre perchè ho paura sia troppo filosofico per i miei gusti :’) Mi ci devo mettere d’impegno!

    • è vero che è a tratti filosofico, ma scorre che è un amore. Te lo dico io che l’ho letto a 17 anni senza problemi e a 22 lo rileggerei molto volentieri 🙂